Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

pd


Un richiamo giusto, forte nella forma e nella sostanza.

Lungi da noi l'intenzione di strumentalizzare sul piano politico l'intervento di Monsignor Tuzia, Vescovo di Todi, che richiama il Sindaco e la maggioranza che governa la nostra Città a proseguire sulla strada plurisecolare della accoglienza ed ad abbandonare atteggiamenti amministrativi contrari ai principi della integrazione.

La alta qualità del tema trattato però non ci può non indurre ad alcune riflessioni pacate: intanto per sottolineare, ove ce ne fosse ancora bisogno, la straordinaria attenzione e vicinanza della Chiesa alla quotidianità del vivere civile, insomma alle evenienze che accadono nella comunità tuderte, e che si esprimono sempre con giudizi di uno stile, pur critico come in questo caso (e non sarebbe potuto essere altrimenti) sempre propositivo e concreto; poi la riaffermazione del valore particolare della Storia Tuderte nella attenzione agli ultimi in generale ed al disagio giovanile in particolare per ciò che riguarda l'Istituto Crispolti; infine per il richiamo a quello che non dovrebbe essere un modo di comportamento solo dei cattolici, di condotta aperto, solidale e caritatevole, ma il patrimonio culturale complessivo di ogni Tuderte.

Un richiamo insomma giusto, forte nella forma e nella sostanza, che ci sentiamo di condividere pienamente: cui corrispondere, da parte di chi ci governa con un cambio di passo amministrativo, una inversione di tendenza a 360 gradi e non con il solito intervento tuttologico, volutamente furbesco, e palesemente inadatto del Sindaco, peraltro, come sempre, non seguito da alcun serio provvedimento ricostituente.

Comunicato stampa Partito democratico Todi.

   
© ALLROUNDER