giovanni chiappalupi
   
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

liceojacoponeComunicato stampa Liceo "Jacopone da Todi".

Il Liceo “Jacopone da Todi” comunica che, per i 169 studenti iscritti alle classi prime per l’anno scolastico 2017-2018, si formeranno 7 classi, di cui 1 del Liceo Classico, 2 del Liceo Linguistico, 2 del Liceo Scientifico, 2 del Liceo delle Scienze Umane. Si smentiscono, pertanto, in via ufficiale, le notizie del tutto infondate secondo cui si formerebbe soltanto 1 classe prima del Liceo Scientifico, in quanto, anche nell’eventualità di mancata concessione di 2 classi prime del Liceo Scientifico da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria, il nostro Liceo è in grado, sulla base della Legge n. 107/2015, detta della “Buona Scuola”, di procedere alla formazione delle 2 classi previste.
Si conferma, inoltre, che, per il prossimo anno scolastico, tutte le classi del Liceo “Jacopone da Todi” saranno ospitate nelle due sedi attuali, ubicate rispettivamente in Largo Martino I e in Via Roma a Todi.

piccioniIl Liceo “Jacopone da Todi” è lieto di annunciare che l’annoso problema rappresentato dalla presenza permanente dei colombi nel Chiostro di San Fortunato, finora mai risolto, ha finalmente trovato, ad opera dello stesso Liceo, una soluzione innovativa e rispettosa del decoro dovuto ad un’opera architettonica di altissimo valore storico-culturale, che dovrebbe essere gestita e salvaguardata come un gioiello e una potenziale risorsa per la nostra Todi. Infatti, una rete pressoché invisibile è stata installata sopra il prato del Chiostro, impedendo in via definitiva l’accesso ai colombi ed evitando così il degrado, la sporcizia, nonché i gravi rischi di salute per tutta la popolazione scolastica che fruisce giornalmente del nostro Liceo.

massapresentazionescaviL’Umbria Romana si arricchisce di anno in anno di particolari interessanti e inediti grazie agli scavi archeologici riguardanti il  Vicus Martis Tudertium (dedicato a Marte dai Tuderti). Questa mattina nella chiesa Nova di Massa Martana la sindaca Maria Pia Bruscolotti ha organizzato un incontro per illustrare i risultati della campagna di scavi 2017 ringraziando la Soprintendenza archeologica dell’Umbria per la supervisione a cura del dottor Giovanni Altamore e  il professor John Muccigrosso, l’archeologo di origini italiane, docente presso la Drew University dello stato americano del New Jersey che dal 2008 si dedica con passione agli scavi di Massa Martana portando ogni anno nel sito i propri studenti. Il professor Muccigrosso si avvale anche della collaborazione della professoressa Sarah Harvey della Kent State University e dell’archeologo tuderte Stefano Spiganti che nove anni fa è stato il “gancio” tra il cattedratico statunitense e la municipalità massetana da libero professionista e oggi anche nella veste di collaboratore della cattedra di archeologia antica dell’Università di Perugia.

VIGILIDELFUOCOLunedì 31 luglio alle 11 nella sala del consiglio comunale di Todi è in programma la convenzione nell’ambito della quale verrà siglata la stipula per la cessione dei terreni per la realizzazione della nuova caserma dei vigili del fuoco.

All’incontro prenderanno parte il sindaco di Todi, avvocato Antonino Ruggiano, il sottosegretario di Stato con delega a vigili del fuoco ed enti locali, onorevole Gianpiero Bocci, Guido Parisi, della Direzione centrale risorse logistiche e strumentali dei vigili del fuoco, il direttore regionale del corpo, Raffaele Ruggiero, il comandante provinciale di Perugia, Marco Frezza, e il vicario del comando di Perugia, Gianfrancesco Monopoli.

Prende così sempre più corpo il progetto della nuova caserma che verrà realizzata nella zona del Crocefisso e i cui dettagli tecnici saranno illustrati durante l’evento di lunedì.

CAMIONGESENUArrivano le prime risposte di Gesenu sulla politica dei rifiuti in città. L’azienda che gestisce il servizio di nettezza urbana a Todi ha infatti cominciato a dare riscontro alle richieste avanzate dall’amministrazione comunale lo scorso 11 luglio, spostando i mezzi per la raccolta dell’immondizia da porta Orvietana.
Quindici giorni fa, nel corso di un incontro tra Palazzo dei Priori e vertici della azienda, erano state avanzate una serie di proposte da parte del Comune per migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio comunale, con particolare attenzione alla situazione del centro storico.
Nel dettaglio, il sindaco Antonino Ruggiano aveva richiesto all’ingegner Massimo Pera, responsabile della Business unit igiene ambientale di Gesenu, di fornire risposte rispetto alla sostituzione dei cassonetti ad oggi utilizzati nel centro storico con elementi nuovi e di diversa foggia e materiali,

GIARDINIOBERDANUn primo passo per una nuova stagione del decoro urbano della città.  

E’ questo il senso della collaborazione tra i tre vivai cittadini (L’agricola tuderte, Il giardino del ponte e Bellucci & Stefanelli) che si è concretizzata nel restyling che ha interessato i giardini Oberdan, nel cuore del centro storico tuderte.L’intervento è consistito in una serie di potature, nella messa a dimora di nuovi fiori per le aiuole e in una generale risistemazione dell’area verde, che diventa così un colorato biglietto da visita per i cittadini e per i turisti che arrivano in cima al colle.

USLUMBRIA1Comunicato Ufficio stampa Usl Umbria 1.

A distanza di oltre un anno dall’avvio della riconsegna online degli esami radiologici, la USL Umbria 1, fa un primo bilancio sui benefici prodotti. Nel corso del 2016 sono stati circa 100.000 gli esami radiologici riconsegnati online, garantendo comfort e risparmio di tempo agli utenti che non sono più costretti a spostarsi fisicamente per ritirare immagini e referti. Ricordiamo che oltre a quelli radiologici, da alcuni anni sono online anche gli esami di laboratorio che nel solo 2016 sono stati più di 420.000.
Il sistema di ritiro tramite connessione internet, prevede l'accesso sicuro tramite apposite credenziali personali che vengono fornite all'utente al momento dell'esecuzione dell'esame e consente ai professionisti di far “viaggiare” referti e immagini per consulti o “second opinion” a distanza, anche in momenti successivi, nel pieno rispetto della privacy.

USLUMBRIA1Comunicato stampa Usl Umbria 1.

Una preoccupante impennata di contagi da morbillo in Umbria. Nei prime sei mesi dell'anno in corso siamo quasi al triplo dei casi riscontrati in tutto il 2016: 70 da gennaio a giugno 2017 mentre in tutto il 2016 si sono contati solo 25 casi.
Per la USL Umbria 1 è il dott. Stefano Ricci, Direttore UO Neurologia degli Ospedali di Città di Castello e Gubbio-Gualdo, che interviene: «Vorrei sottolineare la questione e richiamare l'attenzione sulla più grave complicanza del morbillo, la panencefalite sclerosente subacuta, la cui eradicazione si può ottenere solo incrementando le vaccinazioni.

   
© ALLROUNDER