Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

localepistaruzzoloneComunicato stampa "Comune di Todi Comunicazione".

Sono in corso i lavori per la ristrutturazione della struttura di accoglienza a servizio delle piste di lancio del ruzzolone a Pontenaia, area che ospita il complesso degli impianti sportivi di Todi. L’intervento di ristrutturazione, pari a circa 50.000 euro finanziati con risorse comunali, prevede lo smantellamento della struttura esistente e la sua ricostruzione con una tipologia costruttiva sostanzialmente coincidente con quella attuale. La nuova struttura, più funzionale, sarà composta da tre locali: uno spazio polifunzionale, uno ad uso archivio ed un servizio igienico.

Sempre a Pontenaia, stanno per essere completati anche i lavori di riqualificazione dello stadio comunale “Franco Martelli”, pari ad un investimento di 187.000 euro, con interventi di manutenzione straordinaria sulla gradinata, l’abbattimento delle barriere architettoniche per consentire l’accessibilità alle persone con disabilità ed opere di adeguamento normativo degli impianti e dei locali a servizio dell’area sportiva (spogliatoi, centrale termica, infermeria, servizi igienici).

Altro importante cantiere in corso sul territorio è quello di Ponterio, dove proseguono i lavori, per 295.000 euro finanziati con fondi del Contratto di Quartiere, per la riqualificazione dell’area verde e sportiva delle Bodoglie, che sarà presto dotata di una nuova pista ciclabile, un campo da calcetto e degli spazi pubblici con giochi per bambini.

Commenti   

#6 CarlandreaCaprossini 2017-03-31 20:54
@ fratello

con il link che segue potrai documentarti e scoprire che fino ad aprile 2012 (ultimo della gestione Ruggiano) la rassegna era operativa.

http://www.casebriziassisi.it/?p=231

quindi anche se scrivete stupidaggini abitualmente, almeno per quelle per le quali vi potete documentare, fatelo!
Si sa che siete faziosi, del resto solo com la faziosità si possono sostenere certe sciagurate scelte.
Ma perlomeno, invece di usare internet per dare sfogo alla vostra faziosità, usatelo più costruttivamente per documentarvi.
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 CarlandreaCaprossini 2017-03-31 20:44
fratello ora capisco perché la sinistra esegue i lavori gli ultimi due mesi del mandato. Perché le vostre capacità mnemoniche non reiscono a superare i tre mesi. Questione di limiti cerebrali evidentemente.
La rassegna antiquaria c'è stata per tutta la durata della giunta Ruggiano:
E non fare del patetico vittimismo.
Non è colpa mia se la sinistra è la rovina della nazione ed è assolutamente incapace di amministrare.
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 fratello 2017-03-31 16:42
Nemmeno ai tempi di ruggiano c'era la mostra dell'antiquariato! Tra un po rossini sarà responsabile anche del caldo di questi giorni.......
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 CarlandreaCaprossini 2017-03-31 11:07
Cinquant'anni fa, nel 1967, nasceva a Todi la "Mostra mercato nazionale dell'antiquariato", poi Rassegna antiquaria, che fece da apripista per quelle di Assisi, Orvieto e Città di Castello.
Oggi, grazie alla giunta Rossini, questo evento non esiste più e non potrà festeggiare i 50 anni.
Grazie sindaco.
L'importante è trovare fondi per il ruzzolone.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Filippo Linotti 2017-03-30 20:52
Va a finire che lo metteranno nella progettualità del PSR. Tanto mamma regione ci finanzia varie cose strampalate. Tanto i p.m. poi fanno finta di non sapere, ma la kommissione no ed allora ci lascano di brutto.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 CarlandreaCaprossini 2017-03-30 13:07
A parte sottolineare questi "cantieri dell'ultim'ora" mi piacerebbe sapere quanti sono, nel tuderte, gli appassionati/praticanti del ruzzolone.
Ricordo infatti che, quando mio padre praticava con successo questa attività, si riuscivano a raggiungere le 60-70 persone a livello regione con i familiari.
Sono certo che da allora il numero dei praticanti sia aumentato ma non credo in modo tale che, per la sola Todi, si possa gustificare un investimento di 50mila euro peraltro distratto in toto dalle casse comunali.
Perché non è stato richiesto un contributo alla Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali (FIGeST) cui questa pratica sportiva fa riferimento?
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER