Bruno Bertini
   
Corso Sub
   
Serena Assistenza
   

MONTECASTELLOCENTROSTORICOdi Daniela Brugnossi - Sindaco di Montecastello di Vibio.

Il Comune di Monte Castello di Vibio ha presentato 4 proposte progettuali, partecipando a 3 misure del PSR 2014 – 2020, per un importo complessivo di 1.250.450,00 euro
Due progetti sono stati presentati nell’ambito della Misura 7.2.1 che finanzia interventi di creazione, miglioramento o ampliamento di infrastrutture viarie. I progetti, per un importo di 915.000 euro, riguardano l’ampliamento e la sistemazione delle strade comunali di Via San Martino e Via delle Pianozze e Via della Barca.

Per quanto riguarda la Misura 7.6.1 destinata alla riqualificazione e valorizzazione delle aree rurali è stato presentato un progetto per  la riqualificazione della rete escursionistica del territorio per un importo di 137.450,00 euro. Questo progetto, fortemente voluto anche dalla rete di imprese che operano nel settore turistico – ricettivo, valorizzerà tutta la rete minore delle strade comunali che essendo state sostituite da nuovi tracciati sono tornate ad essere sentieri e consentirà di proporre nuovi percorsi ai numerosi turistici che soggiornano nel nostro territorio.
Nell’ambito della misura 7.4.1. finalizzata al sostegno degli investimenti per la creazione/ miglioramento - ampliamento dei servizi di base alla popolazione rurale, l’Amministrazione Comunale ha presentato un progetto per la creazione di un centro diurno intergenerazionale per anziani autosufficienti presso il Centro Polifunzionale di Doglio per un importo pari a 198.000 euro.
“Crediamo molto in questa progettualità – afferma il Sindaco Daniela Brugnossi – perché pensiamo sia veramente importante investire sull’invecchiamento attivo in considerazione anche del fatto che il nostro territorio è il più longevo della Media Valle del Tevere. Inoltre qualora questo progetto venga finanziato il Centro Polifunzionale di Doglio diventerà a pieno titolo non solo un luogo di socializzazione, ma anche una struttura a servizi in grado di produrre posti di lavoro nella frazione più logisticamente svantaggiata del nostro comune”.
“In questi tre anni di mandato abbiamo cercato di impegnare il maggior numero di risorse per la progettazione e abbiamo partecipato a una decina di bandi di vario genere per intercettare fondi da impiegare in ogni settore. Nonostante il momento storico attuale sia decisamente critico siamo convinti che la nostra permanenza nelle graduatorie darà, al momento opportuno, i suoi frutti”.
L’Amministrazione comunale ha inoltre approvato lo studio di fattibilità per i lavori di recupero e riqualificazione di Largo Porta di Maggio – Via Catalano degli Atti e Vicolo degli Orti – Passeggiata del Toppo per un importo pari a 395.000 euro, al fine di partecipare al bando in scadenza a settembre 2017, emanato dal GAL MVT e relativo alla Misura 19.2.8 – riqualificazione del patrimonio paesaggistico e storico – culturale delle aree rurali e dei borghi della Media Valle del Tevere.

   
© ALLROUNDER