Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

SchlatterCarlo


Todi riesce sempre più ad attrarre ospiti di prestigio anche dall’estero.


Todi non manca occasione per riaffermare la propria vocazione internazionale, e la grande attrattiva che l’ambiente e le bellezze storico-artistiche esercitano su ospiti provenienti da oltre confine.

Nella giornata di venerdì 14 luglio la città ha accolto una delegazione in arrivo dalla Svizzera, che è stata accolta dal Sindaco Antonino Ruggiano ed ha poi visitato il Tempio di San Fortunato, l’Archivio Storico Comunale, il Museo Civico ed altri monumenti cittadini.

Il gruppo, proveniente dalla città di Thun, nel cantone di Berna, era formato da imprenditori, professionisti, giuristi, tutti impegnati anche a livello politico: molti di loro consiglieri comunali nell’amministrazione conservatrice che regge attualmente Thun, alcuni con incarichi più elevati a livello cantonale.

A guidarli il professor Carlo Schlatter (foto), un Medico Chirurgo membro del Consiglio del cantone di Berna, con un ruolo nella commissione sanità. È stato lui, accompagnato dalla moglie Petra Messerli, psicologa, a creare l’occasione per l’importante incontro.

Da qualche tempo, infatti, Schlatter è andato ad arricchire la folta pattuglia di stranieri cittadini adottivi di Todi, avendo acquistato una casa nella zona di Fiore: scelta dopo aver vagliato diverse opportunità in Toscana, a testimonianza che la nostra regione, e Todi in particolare, riescono ancora e anzi sempre più ad attrarre ospiti di prestigio anche dall’estero.

Comunicato stampa Amministrazione Comunale di Todi.

   
© ALLROUNDER