Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

ponteromanodi Alfonso Gentili Presidente CdA veralli Cortesi.

Il Consiglio di Amministrazione di Veralli Cortesi nella seduta del 19 aprile ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica (ex progetto preliminare) dei lavori di sistemazione del piano viario della strada interpoderale, di circa 4 km, che collega la frazione di Torregentile con quella di Montenero di Todi.

Il progetto di fattibilità è stato redatto internamente senza, quindi costi aggiuntivi, dal Responsabile del Servizio Patrimonio dell’Ente nonché R.U.P., Ing. Federica Modesti, in possesso della prescritta abilitazione all’esercizio della professione, per l’importo totale di 90 mila euro.
La strada interpoderale o vicinale privata (cd. vie agrarie) attraversa le proprietà dell’Ente facenti parte della tenuta di Montenero, incrociando ed anche sovrapponendosi, per un breve tratto, al percorso dell’antica via Amerina (III sec a.C.) che collegava Roma ai principali centri Umbri, toccando come prima città Amelia (“Ameria”) e proseguendo verso Todi, Bettona e Perugia lungo il confine con il territorio etrusco.
La strada interessata dai lavori parte dalla località Torreolivola, scende tra le colline fino alla vallata del torrente Arnata, sul quale esiste un ponte in pietra noto come “Ponte Romano”, opera d’ingegneria stradale e sito di interesse storico culturale, oggetto da ultimo di lavori di restauro e consolidamento da parte dell’Agenzia Forestale Regionale dell’Umbria nell’ambito dell’intervento denominato “Riqualificazione dei ponti storici sull’antica via Amerina” in comune di Todi e di cui al PAR-FSC 2007-2013- Azione III.5.1-Interventi per la tutela e la valorizzazione della biodiversità e dei siti natura 2000-, con il consenso espresso da Veralli Cortesi con deliberazione dell’ottobre 2015.
Superato il torrente, che è possibile guadare grazie ad un manufatto realizzato da quando è stato cautelativamente chiuso al transito il ponte, la strada risale sul versante opposto e, attraversando la bella pineta di Montenero, si collega alla S.P. 379 e al centro abitato della frazione omonima, nota per il complesso immobiliare costituito dal Castello e Borgo medievali e dall’ex Granaio, quest’ultimo fatto costruire da Angelo Cortesi e che in qualche modo ne testimonia il rango, pur da struttura ad uso agricolo, posti al termine di un lungo viale alberato e al centro di un’ampia corte, incantevole piazzetta del paese, insieme alla Chiesa parrocchiale di San Filippo Neri.
Le finalità e gli obiettivi dell’intervento di sistemazione sono quelli di migliorare la percorribilità dell’infrastruttura sia a servizio dei proprietari frontisti o loro aventi causa e degli abitanti delle due frazioni tuderti, anche quale percorso di collegamento diretto ed abbreviato, sia per sviluppare un’attrattiva di turismo sostenibile tra i luoghi di Montenero e di Torregentile ricollegantesi al contesto dell’antica via Amerina e del ponte storico sul torrente Arnata, ora tornato all’antico splendore grazie all’opera di restauro.
La Veralli Cortesi è, così, in condizione di poter avanzare richiesta di finanziamento nell’ambito di un bando attinente eventualmente emanato dal G.A.L. (Gruppo di Azione Locale) Media Valle del Tevere, nell’ambito del PSR Umbria 2014-2020 e dell’iniziativa Comunitaria LEADER (Liaisons entre actions de dèveloppement de l`èconomie rurale) Plus, a sostegno delle aree rurali per il rafforzamento del legame esistente tra agricoltura, ambiente, turismo e sviluppo. Il tutto come dalla scheda di idea progetto presentata, nel giugno 2016, per la costruzione del P.A.L. (Piano di Azione Locale), poi approvato dal G.A.L. con il titolo: “Etica-Sostenibilità-Innovazione-Media Valle del Tevere Sm@rt Rural Community" e inviato alla Regione Umbria sul Bando Mis. 19 del PSR.

Commenti   

#1 Filippo Linotti 2017-04-24 19:36
Sempre sintetico il tizio. Eppoi insiste con gli ordini professionali, c' è o ci fa???
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER